item6
item6

A cura del Coordinamento FLP-Interno

item6
item6 FrecciaPDF item6
item6

Smart working - deludenti novità

SettimanadelLavoroAgile2017coworking

Immaginedisfondoviminale03

Nel nostro notiziario n. 124 del 10 novembre 2017 (nel quale parlavamo di lavoro agile al Ministero dell’Interno) avevamo avanzato il dubbio che il Prefetto Sgaraglia (che ricopre l’incarico di Direttore Centrale per le risorse umane del Ministero dell’Interno) che già aveva in passato osteggiato l’applicazione del telelavoro, stia ora facendo la stessa cosa con il lavoro agile o almeno stia cercando di ritardandone in ogni modo l’entrata in vigore.

Da oggi ne abbiamo la certezza… il Prefetto Sgaraglia, anziché applicare la legge, si è inventato prima un gruppo di lavoro (che ci ha fatto perdere 6 mesi di tempo), ora una sperimentazione preventiva (solo negli uffici centrali) che durerà almeno 6 mesi e poi una “necessaria” valutazione della sperimentazione… che durerà anche quella minimo 6 mesi.

Il tutto per impedire la fruizione del lavoro agile a tutti i dipendenti del Ministero dell’Interno che lavorano nelle sedi periferiche.

Trasmettiamo in allegato la documentazione che ci è pervenuta quest’oggi dall’Amministrazione:

1. relazione illustrativa - regolamento interno per l’avvio di un progetto pilota di "lavoro agile”;

2. regolamento interno per l’avvio di un progetto pilota di "lavoro agile”;

3. manifestazione di interesse all’avvio di un progetto individuale di “lavoro agile”;

4. accordo individuale di lavoro agile;

5. modello di progetto individuale di smart working;

6. scheda per il monitoraggio del progetto individuale;

7. informativa sui rischi generali e specifici connessi con l’espletamento della prestazione lavorativa in modalità agile;

8. specifiche tecniche minime di custodia e sicurezza dei dispositivi elettronici e dei software, nonché regole necessarie a garantire la protezione dei dati e delle informazioni.