item6
item6

A cura del Coordinamento FLP-Interno

item6
item6 FrecciaPDF item6
item6

Decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95 - Revisione dei ruoli delle Forze di Polizia.

La FLP scrive al Ministro dell'Interno e al Capo della Polizia

per chiedere chiarimenti in merito alla

attribuzione delle funzioni di “supporto logistico-amministrativo” agli ispettori ed ai funzionari tecnici della Polizia di Stato.

immaginiquotidianonet
OminoFLP1

Immaginedisfondoviminale03

Con il nostro Notiziario n. 55 del 26 giugno 2017 abbiamo dato notizia della pubblicazione nella GU n. 143 del 22-6-2017 - Suppl. Ordinario n. 30 del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95 recante “Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia, ai sensi dell'articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”, che è possibile scaricare facendo clic qui.

Il decreto disciplina l’ordinamento delle quattro forze di polizia e contiene sostanziali modifiche nei ruoli e nelle piante organiche delle varie professionalità.

Nel citato Notiziario n. 55 scrivemmo: “Non sembra che il decreto legislativo contenga norme che possano avere diretta incidenza sul ruolo e le funzioni del personale dell’amministrazione civile dell’interno, ritenendo che la funzione di “coordinamento” demandata a talune figure debba essere limitata nei confronti del solo personale avente funzioni di polizia”.

Tuttavia, dopo un’attenta rilettura, ci siamo accorti che non è proprio così.

La disposizione novellata ha creato un nuovo ruolo (con coincidenza dei profili del personale di polizia) ed ha introdotto espressamente la carriera, affidando, altresì, agli ispettori tecnici ed ai funzionari tecnici le medesime funzioni di cui sopra, integrate dalla funzione di “supporto logistico-amministrativo”.

Abbiamo allora scritto al Ministro dell’interno e al Capo della Polizia chiedendo loro di chiarire la portata dell’attribuzione delle funzioni di “supporto logistico-amministrativo” agli ispettori ed ai funzionari tecnici.

Riteniamo infatti che che il Ministro dell’Interno, in sede di applicazione del comma 4 dell’art. 1 del d. lgs. n. 95/2017 (che prevede l’individuazione delle “dotazioni organiche dei settori di impiego e dei profili professionali, ove previsti, dei ruoli e carriera di cui al comma 1”) possa eliminare qualsiasi dubbio in merito all’invasione di competenze amministrative da parte del personale tecnico di polizia, spettanti per legge esclusivamente al personale dell’amministrazione civile dell’Interno.

Qualora non avremo certezze in merito, desumibili anche da provvedimenti normativi del Ministro, ci vedremo costretti ad interessare della questione le Presidenze della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per segnalare l’avvenuto esercizio dell’eccesso di delega nell’approvazione del d. lgs. n. 95 del 29 maggio 2017 rispetto alle strette previsioni della legge n. 124/2015.

Roma, 18 luglio 2017

Al Ministro dell’Interno, On. Marco Minniti

Al Capo della Polizia, Prefetto franco Gabrielli

 

Oggetto: Decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95. Richiesta chiarimenti in merito all’attribuzione delle funzioni di “supporto logistico-amministrativo” agli ispettori ed ai funzionari tecnici della Polizia di Stato.

Con il decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95  pubblicato in GU n. 143 del 22-6-2017 - Suppl. Ordinario n. 30, sono state approvate “Disposizioni in materia di revisione dei ruoli delle Forze di polizia, ai sensi dell'articolo 8, comma 1, lettera a), della legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche”.

Tale decreto, all’articolo 1, comma 2 ha apportato delle modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982, n. 337, modificando i ruoli del personale tecnico di polizia che svolge attività tecnico-scientifica o tecnica.

La precedente disposizione (art. 1) assegnava a tale personale funzioni inquadrabili nei settori di polizia scientifica, ((di telematica)), di motorizzazione, di equipaggiamento, di accasermamento, di arruolamento ((e psicologia)) e del servizio sanitario.

La disposizione novellata ha creato un nuovo ruolo (con coincidenza dei profili del personale di polizia) ed ha introdotto espressamente la carriera, affidando, altresì, agli ispettori tecnici ed ai funzionari tecnici le medesime funzioni di cui sopra, integrate dalla funzione di “supporto logistico-amministrativo”.

In proposito, questa O.S. ritiene imprescindibile per la tenuta di corrette relazioni sindacali, un chiarimento in ordine alla portata di tale ultima funzione aggiunta, relativa al “supporto logistico-amministrativo”, visto che l’articolo 36 della legge n. 121/1981 mantiene ferma la distinzione tra 1) i ruoli per il personale che esplica funzioni di polizia, 2) i di ruoli per il personale che svolge attività tecnico-scientifica o tecnica anche di carattere esecutivo, attinente ai servizi di polizia, nonché ai ruoli per il personale che esplica mansioni di carattere professionale attinenti ai servizi di polizia per il cui esercizio occorre la iscrizione in albi professionali, e 3) i ruoli dell'Amministrazione civile dell'interno a cui sono affidate le funzioni di carattere amministrativo, contabile e patrimoniale, nonché le mansioni esecutive non di carattere tecnico ed operaie.

Del resto, anche la legge n. 124/2015, all’art. 8, lett. a) forniva delega limitatamene “a conseguenti modificazioni degli ordinamenti del personale delle Forze di polizia di cui all'articolo 16 della legge 1º aprile 1981, n. 121, in aderenza al nuovo assetto funzionale e organizzativo, anche attraverso: 1) la revisione della disciplina in materia di reclutamento, di stato giuridico e di progressione in carriera, tenendo conto del merito e delle professionalità, nell'ottica della semplificazione delle relative procedure, prevedendo l'eventuale unificazione, soppressione ovvero istituzione di ruoli, gradi e qualifiche e la rideterminazione delle relative dotazioni organiche, comprese quelle complessive di ciascuna Forza di polizia, in ragione delle esigenze di funzionalità e della consistenza effettiva…, ferme restando le facoltà assunzionali…, nonché assicurando il mantenimento della sostanziale equiordinazione del personale delle Forze di polizia e dei connessi trattamenti economici, anche in relazione alle occorrenti disposizioni transitorie, fermi restando le peculiarità ordinamentali e funzionali del personale di ciascuna Forza di polizia, nonché i contenuti e i principi di cui all'articolo 19 della legge 4 novembre 2010, n. 183, e tenuto conto dei criteri di delega della … legge, in quanto compatibili”.

La legge delega, dunque, non conteneva alcuna previsione di modifica delle funzioni del personale del Ministero dell’Interno che continuano ad essere cristallizzate nell’articolo 36 della legge n. 121/1981.

Pertanto, ribadendo la necessità di un chiarimento in merito all’attribuzione delle funzioni di “supporto logistico-amministrativo” agli ispettori ed ai funzionari tecnici, si ritiene che il Ministro dell’Interno, proprio in sede di applicazione del comma 4 dell’art. 1 del d. lgs. n. 95/2017 che prevede l’individuazione delle “dotazioni organiche dei settori di impiego e dei profili professionali, ove previsti, dei ruoli e carriera di cui al comma 1” possa eliminare qualsiasi dubbio in merito all’invasione di competenze amministrative da parte del personale tecnico di polizia, spettanti per legge esclusivamente al personale dell’amministrazione civile dell’Interno.

Qualora non si avranno certezze in merito, desumibili anche da provvedimenti normativi del Ministro, questa O.S. si vedrà costretta ad interessare della questione le Presidenze della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica per segnalare l’avvenuto esercizio dell’eccesso di delega nell’approvazione del d. lgs. n. 95 del 29 maggio 2017 rispetto alle strette previsioni della legge n. 124/2015.

 

Il Coordinatore Generale FLP-Interno

Dario Montalbetti

 

12@16-12-12 - Volantino lo sai che - Renzi è rimasto senza stipendio