item6
item6

A cura del Coordinamento FLP-Interno

item6
item6 FrecciaPDF item6
item6

Ordinanza TAR Lazio n. 08701/2017 del 19 luglio 2017

su ristrutturazione della Croce Rossa Italiana

Diffida della FLP all’Amministrazione a disporre la giusta collocazione del personale della Croce Rossa
transitato nei ruoli del Ministero dell’Interno

crocerossaitalianaetar

Immaginedisfondoviminale03

Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio con ordinanza n. 08701/2017 del 19 luglio 2017 ha ritenuto la rilevanza e la non manifesta infondatezza delle questioni di legittimità costituzionale di una serie di articoli del decreto legislativo n. 178 del 28 settembre 2012, ed in particolare dell’art. 5 con il quale si dispone la ristrutturazione della Croce Rossa Italiana.

Secondo il Giudice regionale la legge n. 183 del 4 novembre 2010 non sembra suggerire interventi totalmente innovativi, né certamente soppressivi, degli enti da riorganizzare a fronte del richiamato decreto legislativo n. 178 del 2012 il quale opera un’integrale rinnovazione strutturale per quanto riguarda la Croce Rossa Italiana, disponendo, inoltre, che “a far data dal 1° gennaio 2018 l’Ente è soppresso e posto in liquidazione”, con subentro in tutti i rapporti attivi e passivi di una neo-istituita “Associazione della Croce Rossa Italiana”, promossa dai soci della C.R.I. e dotata di personalità giuridica di diritto privato.

Secondo il giudice, “il fattore, che non appare riconducibile alla volontà del legislatore delegante, non è tanto la privatizzazione”, “quanto l’assenza di concrete garanzie di continuità per l’assolvimento dei compiti istituzionali, tradizionalmente affidati alla Croce Rossa Italiana e fatti salvi dalla legge delega”; “non appare contestabile - né viene formalmente contestato - che la smobilitazione delle risorse e di gran parte del personale abbia compromesso la prosecuzione dell’attività della C.R.I., nella dimensione sopra indicata, né al personale in mobilità risulta assicurata la conservazione di funzioni, cui certamente corrispondono professionalità specifiche” …già in buona parte trasferiti d’ufficio … presso vari comparti… con mansioni burocratico-amministrative”.

Il Giudice ha rilevato che, in tale ottica, praticamente l’intero impianto del d.lgs. n. 178 del 2012 … appare … frutto di eccesso di delega.

In conseguenza di ciò la FLP - nelle more della decisione della Corte Costituzionale - ha ricorda ha ricordato all’Amministrazione che si era già fatta carico delle richieste di una serie di dipendenti transitati dalla Croce Rossa al Ministero dell’Interno, i quali, come correttamente rilevato dal Tribunale Amministrativo Regionale rimettente, sono stati sostanzialmente parcheggiati in uffici burocratici e tale operazione è stata effettuata “senza alcun preciso riferimento alla professionalità acquisita nel settore di appartenenza”, in aperto conflitto “con i principi e criteri direttivi, di cui all’art. 2, comma 1, lettera a) della legge delega, che lasciava ferme… le specifiche disposizioni vigenti per il …personale, in servizio alla data di entrata in vigore della presente legge”.

Pertanto, anche al fine di evitare o limitare le possibili richieste di risarcimento danni da parte degli interessati, l’Amministrazione dell’Interno è stata diffidata a disporre la giusta collocazione del personale della Croce Rossa transitato nei ruoli del Ministero dell’Interno (eventualmente procedendo anche all’attribuzione di profili tecnici) e di procedere ai trasferimenti richiesti connessi alle domande ancora giacenti presso il Dipartimento del Personale.